In viaggio verso… Itaca

I viaggi estivi hanno i loro Perché. Forse, il primo ed essenziale è Perché abbiamo bisogno di allontanarci dalla realtà lavorativa, abitudinaria e stancante che durante tutto l’anno ci circonda o ci avvolge. Forse, Perché questi viaggi li programmiamo meticolosamente nei dettagli per sfruttare le giornate di ferie, oppure non vogliamo programmare affatto, ma vogliamo viverli di momenti inaspettati e casuali per restare lontani dalla routine.

Quando la curiosità non ha blocchi culturali, allora la cultura prende piede.

Io sono “capitata” consapevolmente ad Itaca ad inizio agosto. Penso che fosse proprio la curiosità il mio Perché .

IMG_20160810_115806.jpg

Itaca, la patria di Ulisse, l’abbiamo conosciuta attraverso le narrazioni di Omero; la casa a cui far ritorno, tuttavia, dopo 20 anni di viaggi scombinati dal volere degli Dei ed impegni in battaglia.

I racconti sono stati letti e la storia è stata vissuta. Ora, ad Itaca, tra molti altri cenni storici, rimangono le rovine del Palazzo di Ulisse o Scuola di Omero (archeologi e storici non sono sempre in linea).

A me piace sapere di aver toccato quei Sassi e aver guardato lo stesso mare da lassù. Era mattino presto, un sole già caldo ma avevo la pelle d’oca. 

IMG_20160810_074236.jpg

L’isola è davvero piccola ed esiste un solo bus che la percorre da nord a sud con due orari mattutini; una valida soluzione c’è: scarpe da ginnastica e si cammina 🙂

In alternativa si può noleggiare un’auto o il motorino. Le accomodation sono praticamente solo case private e si trovano in loco domandando oppure recandosi all’ufficio del turismo di Vathy. Le soluzioni ristorante invece sono molte e molto interessanti. Assolutamente consigliato è da Nico (Vathy). Camminando tutto il giorno, il momento della cena è “intoccabile”.

Sono rimasta affascinata da tutto… questa piccola isola dove anche il mare è meraviglioso: la montagna verde si butta nell’acqua ed alcune calette sono giustamente meta meritata a chi ha voglia di camminare 😉

IMG_20160811_112440.jpg

Ricordiamo la storia per il grande potere di conoscenza che racchiude, impariamo da uomini illustri e leggiamo il loro pensiero con l’umiltà di un ignorante che brama dalla voglia di ascoltare per il saggio sapere.

Così, tra le parole di riflessioni di vita esordite molti anni prima, ritorniamo ad ascoltarci. A sentire l’importanza della vita e del cuore.” (VeronicaN.)

IMG_20160810_070345.jpg

Pronti a partire? 🙂

Come arrivare ad Itaca? http://www.greciamia.it/isole-greche/isole-ionie/itaca/come-arrivare-a-itaca

Un mio consiglio: usate il tempo come viaggio. Metteteci tutti i giorni necessari per godervi l’attesa ed assaporare l’arrivo. Il mio viaggio per arrivare su questa isola bloccata nel tempo, è durato 4 giorni. TIME IS THE BEST TEACHER 🙂 🙂 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...